CONDIVIDI QUESTO POST SE SEI INDIGNATO! (anche senza sapere il perché)

Dalle grandi metropoli ai paesini più dispersi ciò che accomuna tutte le comunità è l’avere una piazza. L’Agorà (in greco) è il centro della polis, cuore pulsante della discussione civica doveteoricamente l’opinione, se concessa in forma di diritto, può essere espressa e confrontata con i propri concittadini. Delle piazze tradizionali spesso conosciamo gli attori e le caratteristiche fondamentali di pensiero che li caratterizzano e questo, in qualche modo, crea un ambiente familiare entro cui muoversi.

Molto più grandi sono le piazze tipiche dei social network: ben salde poggiano su fondamenta non fisiche e si espandono immense sullo schermo del nostro PC. In pochi minuti la massa digitale che tipicamente le frequenta può esprimere giudizi, decretare la popolarità di determinati argomenti e condurre i media e la classe politica ad esprimersi, relegando questi ultimi al ruolo passivo di “megafoni” delle tendenze del momento.
In questo teatro caotico i singoli individui si fondono in un soggetto imponente e dialetticamente inarrestabile: la folla.

Continua a leggere qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...